Bernardo Zenale (1460-1526)

Bernardo Zenale (Treviglio, 1460 circa – Milano, 1526)
E’ stato un pittore italiano documentato nella confraternita dei pittori milanesi fin dal 1481, Zenale firmò nel 1485 il monumentale polittico per S. Martino a Treviglio, insieme al conterraneo Bernardino Butinone. Partecipò poi, accanto a Jacopino de Mottis, alla decorazione della Certosa di Pavia, per poi essere ingaggiato da Ludovico il Moro (nel 1490) per decorare una sala del Castello Sforzesco di Milano. Sempre insieme a Bernardino Butinone, Zenale affrescò, con le solenni Storie di Sant'Ambrogio, la cappella Grifi della chiesa milanese di San Pietro in Gessate.
Nel 1522 prende il posto di Giovanni Antonio Amadeo come architetto della Veneranda fabbrica del Duomo, dopo avere curato, qualche anno prima, la realizzazione del grande modello ligneo ancora conservato nel museo della cattedrale.

  

   
Adorazione del Bambino dal polittico di
Cantù (Los Angeles, Getty Museum –
Pala di S. Martino (Treviglio, chiesa
di S.Martino).
  
   Madonna col Bambino tra i S.
Ambrogio e Girolamo (1510).
Museo di Denver.


  Cappella della confraternica dell’
immacolata a Cantu: S. Antonio
da Padova (1502-1507) 
S. Francesco (1507).

 


 

 
ALCUNE OPERE:
•    Polittico: dipinto per la confraternita dell'Immacolata Concezione di Cantù (1502); oggi diviso tra il Jean Paul Getty Museum di Los Angeles, il Museo Bagatti Valsecchi e il Museo Poldi Pezzoli di Milano).
•    La Pala Busti (Brera)
•    Annunciazione(Brera)
•    Deposizione: nella cappella del Sacramento in S. Giovanni Evangelista (1509),
•    Madonna col Bambino tra i Santi Ambrogio e Gerolamo, oggi al museo di Denver (1510)
•    Circoncisione (pala Lampugnani) oggi al Louvre
•    Trittico immacolata concezione (con Butinone)