Nino Zucchelli (1913 - 1994)

P222 Zucchelli
OMAGGIO A NINO ZUCCHELLI
“Nino Zucchelli (17 novembre 1913 - 24 giugno 1994), appassionato e competente professionista della vita culturale della città. In nome dell’arte coltivò un cenacolo di artisti e professionisti coniugando il nome di Bergamo a successi internazionale. - Il Comune ricorda”. Con queste parole il 17 nov. 2005 è stata inaugurata una targa a Nino Zucchelli, alla presenza dell’assessore alla cultura Enrico Fusi, della responsabile della GAMEC (Galleria d’Arte Moderna e Contem-poranea) Maria Cristina Rodeschini, della pronipote di Zucchelli Marzia Valsecchi e di molti amici tra cui Trento Longaretti. L’Amministrazione comunale di Bergamo ha voluto così ricordare Nino Zucchelli, figura chiave del panorama culturale bergamasco. La targa è affissata sulla casa, dove Zucchelli abitò a lungo, in via Crispi 4A, a pochi passi dalla Rotonda, sede dell’Unione Professio-nisti e Artisti, suo quartiere generale dove svolse un’attività di prim’ordine rea-lizzando mostre, pubblicando libri, dirigendo dal dicembre 1950 la “Rivista di Bergamo” (anche Gazzetta di Bergamo), fondata nel 1922, che seguì sino al 1994, e il festival del cinema che diede notorietà internazionale alla città di Bergamo. Nel 1942 Zucchelli fondò le “Edizioni della Rotonda”, casa editrice attiva sino al 1971 e subito dopo la “Galleria della Rotonda”. Nel 1958 organizzò la Iª edizione del Gran Premio Bergamo - Concorso Internazionale del Film d’Arte e sull’Arte, poi denominato Gran Premio Bergamo - Concorso Internazionale del Film d’Autore e infine Mostra Internazionale del Film d’Autore, che si svolse a Bergamo fino al 1970 per poi essere trasferito a Sanremo, dove si svolse sino all’ultima edizione del 1994. Nel 2005 è stato completato l’archivio Zucchelli (fondo fotografico) riordinato a cura di Antonio Peri Campana. Dal 1999 la Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea di Bergamo dispone del prezioso Archivio di Nino Zucchelli, donato da Lina Zucchelli Valsecchi, composto di documenti, fotografie e pellicole cinematografiche. Da non molto sono venuto in contatto con la “Rivista di Bergamo”, gentilmente messami a disposizione dal Sig. Fratus Roberto, e sono rimasto impressionato dalla quantità di articoli, realizzati da autorevoli personalità di cultura, di ricercatori e studiosi, che sono di un’attualità propositiva impressionante. Prevale, ed ecco lo scopo del mio interessamento, attualità e cultura bergamasca. Per questo mi sono deciso a pubblicare alcuni degli articoli che più mi hanno colpito partendo dalla pubblicazione del 1951.
Apre questa rassegna la biografia di Nino Zucchelli scritta dalla gentile Sig.ra Lina Zucchelli Valsecchi, nipote e collaboratrice di Nino Zucchelli, che gentilmente mi ha concesso e che ringrazio.
F. G.
Dalmine, Febbraio 2011

 
 
    P224 Copertina2   P225 Copertina3   Q016Rivista2013

Allegati:
ARTICOLI TRATTI DA "LA RIVISTA DI BERGAMO