Dalmine/Tenaris

Casa di riposo XX marzo 1919 - Dalmine

Nell'ottica di promuovere la crescita di un villaggio modello attorno alla fabbrica Dalminese, la Società Stabilimenti di Dalmine, produttrice di tubi, tra la fine degli anni Venti e l'inizio degli anni Quaranta, realizzò anche strutture edilizie atte a ospitare istituzioni di carattere assistenziale e sociale rivolte ai dipendenti della fabbrica e ai loro familiari. Già nel 1930 avevano proposto un ricovero per gli inabili al lavoro, abbinato a un piccolo ospedale locale. Novecento operai continuavano a lavorare pur essendo inabili al lavoro poiché se licenziati sarebbero diventati dei randagi non avendo essi una famiglia; questi operai per l'azienda costituivano un costo superiore a quello che avrebbe se mantenuti in un ricovero.

Allo scopo venne realizzata la casa di riposo, costruita su progetto dell’arch. Giovanni Greppi e inaugurata soltanto nel marzo del 1940. La "Casa di Riposo XX Marzo 1919" è stata edificata nel ricordo del ventennale del discorso di Mussolini alle maestranze della Dalmine e destinata ad accogliere, a complete spese della Società, i vecchi operai della Dalmine, ma non fu mai impiegata allo scopo per il quale era stata costruita.
L’edificio, di notevole buon gusto architettonico, fu edificato dall’Impresa di Costruzioni Ing. Alberto Bellini & C. di Bergamo, per conto della S.A. “La Pro Dalmine”, in soli cinque mesi di lavoro con l’impiego di diciottomila giornate lavorative. Nel periodo bellico la casa venne temporaneamente (poi permanentemente) utilizzata per la Scuola Tecnico Industriale e per altre istituzioni coordinate dal centro per l’istruzione Professionale della Dalmine.
La sera del 9 settembre 1943 (dopo l’armistizio di Cassibile) centosettanta soldati della Luftwaffe con settanta automezzi giunsero a Dalmine e s’insediarono stabilmente alla Casa di Riposo, che divenne la loro base fino alla fine della guerra.
Il problema dell’istruzione Professionale cominciò a essere sentito a Dalmine fin dal 1931. Anno della riforma della scuola e del decreto che inibiva il lavoro ai minori di 14 anni. Le scuole di avviamento cominciarono ad accogliere la massa crescente di ragazzi ma si dimostrò subito insufficiente e l’iniziativa privata prese parti del suo spazio; anche Dalmine ebbe la sua scuola serale e nel 1937, con la creazione della scuola apprendisti, la scuola serale le fu aggregata. In seguito le lezioni da serali divennero pomeridiane con aumento degli allievi e più tardi la sede fu trasferita dalla scuola elementare privata nei locali dell’ex Casa di riposo dove allestirono anche due laboratori, uno di aggiustaggio e uno di falegnameria. Nel 1942 fu presentata domanda per ottenere il riconoscimento legale all’apertura graduale, cominciando dal 1942-43 con esito favorevole. Limitatamente all’anno scolastico 1944-45 la scuola ottiene il riconoscimento legale (decr. n.1583 del 26-5-1945 dal Prefetto di Bergamo con visto del comando militare) all’intero corso di Avviamento Professionale Industriale che in seguito divenne definitivo. All’ultimo piano del fabbricato venne in seguito aggiunta la scuola media. Queste due realtà continuarono a occupare questi locali per molti anni.
Negli anni ’80 il palazzo, venne completamente ristrutturato internamente (conc. edilizia n.1418 del 14.11.1986) per essere adibito a “ Centro Direzionale–Dalmine S.p.A.” e il 14 novembre 1987 la Dalmine S.p.A. ne ottiene il certificato di agibilità. Nell’immobile sono stati ricavati n.52 uffici (1428 mq) e. n.10 servizi igienici (192 mq). Le strutture non sono state modificate.
La costruzione venne nuovamente ristrutturata nel 1990-91 (domanda del 14.08.1991 - autorizzazione comunale del 05.09.’91 n.12317) dalla Soc. Ilva Gestioni Patrimoniali SPA, proprietaria dell’immobile, per cambio di destinazione d’uso. Furono eseguite grandi opere sia interne sia esterne al fabbricato allo scopo di ospitare una sezione staccata dell’Università di Bergamo che iniziò i corsi nel 1991 (Laurea in ingegneria gestionale). Nel 1994 il numero di studenti era di 534 (208 iscritti al primo anno, 109 al 2°, 108 al 3°, 109 fuori corso). Oggi si è ingrandita con nuovi edifici di provenienza Tenaris-Dalmine, e con nuovi corsi di laurea.
 

   
Progetto arch. Greppi   Casa di riposo appena costruita   Locandina d'epoca della ditta costruttrice
         
   
Ingresso scuola di avviamento   Università - ultima ristrutturazione   Ultima ristrutturazione interna
         

Dalmine, luglio 2015  -  Fac/
www.facoetti.com