p969progettopiazzaLavori di riqualificazione urbanistica e valorizzazione del centro storico di Sforzatica S. Andrea - Dalmine - Piazza Vittorio Emanuele III.
Un bel titolo per una piazza che da sempre non ha mai trovato la sua stabile sistemazione e che da decine di anni è diventata tutt’altro che un luogo accogliente con centinaia di veicoli che la attraversano per entrare e uscire da Dalmine. Avrebbero potuto nel tempo fare qualcosa di meglio ma sono stati fatti pochi lavori e malissimo, vedi buche acqua e parcheggio ghiaioso e polveroso. Nello specifico il progetto si prefigge di migliorare l’aspetto estetico e funzionale, con il rifacimento della pavimentazione e dell’illuminazione pubblica, rotatoria a raso e nuovi alberi per definire meglio le varie aree della piazza, riorganizzazione dei parcheggi, un nuovo spazio pedonale, per la sosta, il gioco, il passeggio, il relax e la conversazione con inserimento di elementi d’arredo urbano privi di barriere architettoniche. 

La Giunta comunale di Dalmine ha approvato la delibera del progetto definitivo dei lavori di riqualificazione della piazza. Entro i primi giorni di luglio si provvederà all’approvazione del progetto esecutivo, al fine di poter appaltare l’opera e dare inizio ai lavori entro la fine di agosto, noi ci speriamo e siamo fiduciosi. L’opera, il cui importo a oggi è stimato in ca 750 mila euro, sarà meglio definito alla consegna del progetto esecutivo e sarà finanziato interamente con fondi comunali. L’intervento coniugherà la configurazione di uno spazio pubblico contemporaneo ed accogliente, con la minimizzazione dell’impatto sul paesaggio urbano e sull’ambiente.
Una breve storia della piazza: negli anni ’90 il comune diventa proprietario di tutta l’area e degli immobili interessati all’intervento che saranno in parte abbattuti nel 2000 lasciando un grande vuoto urbano. Nel 2008 il comune bandisce un concorso di progettazione per alcune piazze di Dalmine tra cui p.zza Vittorio Emanuele III, (costato 21.000 €) ma nessun progetto sarà attuato, bloccati dall’amministrazione, che li ha giudicati troppo costosi e non proporzionati alla città. Nel 2013 viene indetta una procedura per l’affidamento della progettazione ed esecuzione dei lavori della piazza di S. Andrea, aggiudicato alla ditta Guerinoni Costruzioni di Dalmine. Il progetto prevedeva anche la costruzione di un condominio (SCANDALOSO - volumetria edificio 3.400 m3) che viene per fortuna rifiutato anche con la copertura del TAR sulle richieste dell’impresa. A inizio mandato, l’Amministrazione attuale ha congelato un intervento di riqualificazione della Piazza, i soldi per la sua riqualificazione provenivano dall’intervento detto AT02 - la Porta Nord. Un progetto giudicato però troppo costoso e quindi anch’esso abbandonato. L’ultimo progetto, cioè l’attuale, è il più semplice e il più economico e spero sarà realizzato, “le cose semplici sono sempre le più belle e la semplicità è cosa rarissima ai nostri tempi”. La piazza aveva perso la sua reale funzione e con questo intervento ora la ritroverà, dovrebbe, infatti, rinnovarne il suo utilizzo, trasformandola da uno spazio di passaggio in un vero e proprio luogo di sosta e  aggregazione senza grande impossibile trasformazione urbanistica della zona. Se mi è permesso noto solo una grave carenza nel progetto pubblicato, spero che il particolareggiato sia più preciso, cioè la mancanza di un marciapiede rialzato che separi la strada dal parcheggio delle auto per attraversare in sicurezza la piazza. Con questo mi auguro che presto assisteremo alla sua sistemazione e speriamo in lavori fatti a regola d’arte.

p969progettopiazza    q747piazzas    q748nuova piazza02 
 P.zza S.Andrea - stato di fatto   zona da recuperare     NUOVO PROGETTO
q749piazza     p968progettopiazzasmall   q751piazza 
uno dei vecchi progetti abbandonati (con condominio in piazza)     

 

 

Dalmine, luglio 2020                            fac/