BC16 presepeCari concittadini, quest’anno travagliato voglio portare a tutti voi gli auguri particolari di Buon Natale. Non è facile quest’anno scrivere qualcosa che non rischi di sembrare scontato. È stato un anno difficile, uno di quegli anni che entreranno nella storia: ma senza glorie. Nessuno di noi poteva immaginare ciò che ci aspettava quando abbiamo festeggiato l’arrivo del 2020.

Questa pandemia ha segnato profondamente tutti noi, abbiamo perso famigliari, amici e conoscenti, abbiamo dovuto sperimentare sulla nostra pelle la privazione di molte libertà e stiamo ancora facendo il nostro dovere e i nostri sacrifici per arginare questo virus sconosciuto e pericoloso. Non ho la sfera di cristallo, non so quando tutto questo finirà, ma so che dobbiamo tornare a fare progetti, tutti quelli che in questo periodo sono stati congelati e molti altri ancora. L’amministrazione comunale deve fare la sua parte e cominciare a progettare grandi sogni per Dalmine, perché sempre più vogliamo realizzare un paese a misura d’uomo, con strutture utili a tutti senza dimenticare nessuno, dai giovani, agli anziani, ai bambini, alle persone bisognose. Voglio evidenziare che grazie all’impegno di tutta l’amministrazione e di molte categorie sul territorio, si stanno raccogliendo i frutti di un lavoro silenzioso, determinato e costante, che saranno ancora più visibili, nonostante le difficoltà economiche in cui versa l'intera Nazione. Si tratta di piccoli e grandi traguardi da condividere con tutti, che creano le migliori condizioni di socialità, con l'obiettivo di far diventare Dalmine un paese migliore e che riscopra il valore dell'unità quale occasione di crescita culturale per l’intera comunità. Difficilmente dimenticheremo questi due anni. Eppure, anche nella crisi dovuta all’epidemia, ancora in atto, il Comune di Dalmine si è confermato capace di gestire l’attività ordinaria, accanto alle azioni non preventivate per contrastare o mitigare gli effetti del Coronavirus. Molto attivo è stato il comune in questo periodo; ha allestito un centro vaccinale più grande della provincia presso il CUS, ultimato opere di manutenzione strade e marciapiedi, realizzato le rotatorie di via Locatelli e viale Lombardia e ora in costruzione la rotatoria presso il velodromo, è stato aumentato il numero degli agenti e arruolata Jessie, pastore tedesco dell’unità cinofila, verrà anche implementata la videosorveglianza e altro. Per Natale oltre gli auguri sotto l’albero troveremo un regalo che speriamo sia gradito con l’allestimento del “Villaggio di Natale”, in collaborazione con OPEC, sotto le pensiline da poco ristrutturate, ci saranno casette e una pista di pattinaggio. Dobbiamo fare tesoro di questa pandemia, ricordando che solo tutti assieme possiamo uscire dall’emergenza, cominciando con vaccinarsi tutti al più presto (abbiamo un efficiente centro di vaccinazione anticovid). Sono convinto che questo sarà un Natale diverso, rispetto a quello dello scorso anno, anche se non dovremo abbassare la guardia.
Allora tutto a posto, non proprio, rimangono pur sempre da fare cose vecchie ereditate anche da precedenti amministrazioni (poco attente al problema), voglio segnalare solo due casi molto importanti, si tratta purtroppo del casello autostradale, che provoca code lunghissime sul rondò della SS525 e della piazza Vittorio Emanuele III, piazza Sant’Andrea che diventa un lago ogni volta che piove. Su queste cose valuteremo la forza dell’amministrazione. Una nota negativa sui lavori fatti di manutenzione strade: scarse finiture e incompleta manutenzione sulle vie indicate.
A tutti auguro un sereno Natale e un felice anno nuovo.

q882canePastoreo    q883presepioAmboni    q884VillaggioNatale 
Cane pastore Jessie    Presepio casa Amboni    Villaggio di Natale 

Dalmine, dicembre 2021 fac/